monday stuff

Monday Stuff #6: Lunch Box


Ci sono persone (tipo mia sorella) che sanno affrontare la vita con rigore e strategia, così la domenica pomeriggio preparano religiosamente i futuri pranzi settimanali da consumare in ufficio. Io invece mi limito a fantasticare su quali meravigliose lunch box vorrei acquistare senza poi ovviamente avere un tubo da metterci dentro. Quindi questo lunedì è dedicato alle schisciettine per il…

Read More »
doctor strange

Doctor Strange e la mia non entusiastica recensione.


Sto per scrivere una recensione impopolare. A me Doctor Strange non è piaciuto. L’ho trovato pessimo? No. L’ho trovato particolarmente avvicente? No. L’ho trovato gradevole come film della domenica pomeriggio tipo i Bellissimi di Rete Quattro? Forse. La verità è che temo che questa sovraesposizione cinematografica ai supereroi degli ultimi anni abbia iniziato sinceramente a rompermi un po’ i maroni.…

Read More »
Le mie cinque canzoni preferite dei Radiohead

Le mie cinque canzoni preferite dei Radiohead


Quest’anno Baffo Natale ha spaccato e mi ha regalato i biglietti per il concerto dei Radiohead a giugno a Monza. Anche se mancano ancora quasi tre mesi all’evento mi ci sto preparando come per un esame di maturità, ripassando i dischi vecchi e ascoltando quelli nuovi, perché insomma stiamo parlando dei Radiohead mica pizza e fichi. Tuttavia vi confesso che nonostante…

Read More »
monday stuff

Monday Stuff #5 Calzini Carini


Doveva essere giorno di griglia oggi, di sangria in bicchieri di plastica, di sole tra i capelli, di panini imbottiti. Invece, con questo meteo che più che maggio pare novembre il Monday Stuff di oggi è dedicato a un universo inutilmente sottovalutato ma che può regalarci grandi soddisfazioni in termini di qualità della vita:il favoloso mondo dei calzini carini. Intendiamoci, non…

Read More »
Le mie cinque canzoni preferite vagamente romantiche

Le mie cinque canzoni preferite vagamente romantiche


Sea of Love – Cat Power Questo è il pezzo che avrei tanto voluto imparare a suonare con la chitarra e chissà mai dire mai. Mi immaginavo con la frangia bohémienne e gli stivaloni di gomma a dedicarla al Baffo seduta su un trattore nella campagna vercellese. Invece a oggi continuo a suonare la chitarra come a una recita dell’oratorio,…

Read More »