Monthly Archives : marzo 2014

Augùri di marzo

Augùri di marzo


  Non ho ricordi di quando sono nata ma vorrei averne. Vorrei poter ricordare la sensazione di venire al mondo per la prima volta, l’aria che si fa strada tra i polmoni, gli occhi che si aprono su forme e colori, il dolore, il calore di un corpo che diventa mio in quel preciso istante. Ho come l’impressione che nascere…

Read More »
Maledetta primavera: lamore al tempo delle medie.

Maledetta primavera: l’amore al tempo delle medie.


La primavera inizia così. Ti svegli una mattina, c’è il sole, gli uccellini cantano felici, metti la gonna passa una camionetta di muratori che ti urlano cose irripetibili, fa caldo, ti viene voglia di estathè e panini alla mortazza, le nuvole ti parlano di un mondo meraviglioso in cui presto si potranno fare grigliate all’aperto. Detto questo la primavera è…

Read More »
La mia opinione sulla matematica

La mia opinione sulla matematica


Io e la matematica alle elementari eravamo anime gemelle: l’idea di poter contare gli oggetti con i gettoni delle unità, delle decine e delle centinaia mi aveva galvanizzato a tal punto che avevo costretto mia madre a regalarmi un abaco per Natale. Altro che Peppa Pig. Un abaco. Che infanzia disgraziata. Fino ai dieci anni la matematica era stata semplice.…

Read More »
Le stelle lontane di John Wieners

Le stelle lontane di John Wieners


John Wieners – Cammino sotto le stelle lontane Cammino sotto le stelle lontane come facevo da piccolo con mio fratello, come facevo in quelle lunghe , fredde notti di S. Francisco, che sembravano non avere limiti – solo viali di colonne e sempreverdi, senza muri. E guardo in alto e vedo gli spazi tra le stelle penso alle nebbie e…

Read More »
Il mio migliore amico perduto

Il mio migliore amico perduto


Il mio migliore amico perduto è qualcosa su cui mi sono arrovellata per tutta la prima decade degli anni duemila. Il mio migliore amico perduto era in assoluto l’ amicizia migliore mai avuta in vita mia, la persona che mi conosceva meglio, con cui mi sentivo a casa, con cui non ero imbarazzata mai per nessun motivo, la mia coscienza…

Read More »