monday stuff

Monday Stuff #3: Cestini da picnic

Per il lunedì di Pasquetta ci voleva un monday stuff appropriato. Abbandonando il proposito di dedicarlo alle damigiane di sangria e ai bocconi di vino, ho pensato che un’idea carina poteva essere quella dei cestini da picnic. Questi meravigliosi kit sono una mia grande passione mai corrisposta dal Baffo che, in genere, quando gli addito l’ennesimo cesto da scampagnata, si limita a strattonarmi per un braccio mormorando parole sulla totale inutilità di un acquisto dal momento che da quando stiamo insieme (DODICI ANNI) avremmo fatto sì e no QUATTRO picnic insieme (di cui uno al Parco Ruffini in cui avevano portato da mangiare mia sorella e il suo moroso e un altro alla Tesoriera in cui ci eravamo sfondati di zeppole e panzerotti unti come un diluvio di olio d’oliva). Ma come volete farci? Sono una sognatrice, una giocherellona e continuerò a bramare cestini da picnic fino a ottant’anni.

picnic

Questo è oggettivamente bellissimo e geniale allo stesso tempo. Inforcando il tuo biciclettino con codesto kit puoi giungere agevolmente al prato prescelto e ovviare alla problematica della sciatica dolorante nel pranzare accucciato a terra, che quand’eri giovane ti sentivi hippie, adesso ti senti solo decisamente scomodo. Bravi gli inventori, via BloonDesign.

picnic

Per sole 465 sterline potreste accaparrarvi questo lussuoso cesto dall’esotico nome di Safari, immagino perché con quel prezzo minimo dovete essere dei colonialisti inglesi col cappello bianco, l’ombrellino di merletto e i guanti di crine (che poi mangialo comodamente uno sfilatino alla soppressata col guanto di crine). Un furto incredibile ma di impagabile bellezza. Cioè io ad averlo mi sentirei subito più Meryl Streep e meno turista della domenica. Via AmbereleyHampers.

picnic

Uno pensa che da Tiffany facessero solo colazione (ah-ah) e invece no quelli fanno pure i cestini da pic-nic. Ovviamente anche qui stiamo parlando di lusso esagerato, quindi se cercate qualcosa per una grigliata su un greto del fiume credo dovrete orientarvi altrove dal momento che il kit contiene un cavatappi d’argento? Ma veramente c’è la gente che se può usare cavatappi d’argento si sbatte a fare i picnic e non si fa portare il pranzo in elicottero su un’isola deserta? Al momento fuori produzione e non stento a indovinare perché. Via Tiffany

Monday Stuff #3: Cestini da picnic

Se invece si vuole puntare sul risparmio totale e anche sulla totale ecologia, la bravissima Jordan (una di quelle donne che sono artiste del diy non come me che sono stata definita da mia sorella massima rappresentante del Fa Cachè) ci illustra come creare graziosi cestini da picnic only with un po’ di carta. Ovvio che se avete intenzione di trasportare frittate bisunte e bignè al rum converrà incartarli con grande attenzione pena ritrovarsi in luogo del proprio cestino un maleodorante mappazzone appiccicoso. Via OhHappyDay (c’è anche un fantastico tutorial).

picnic

Ok, non si tratta di un cestino ma non potevo esimermi dal segnalarvi questa mirabolante invenzione che sono i PicNic Pants. Non so decidere se si tratta della più grande min***iata a tema picnic mai prodotta dal genere umano o se invece sia un’opera di inarrivabile genio. Capite che sul fianco avete anche un porta bottiglia, così nel caso vi andasse di fare il portabibite oltre che il vassoio umano. Via AquacaldaDesign

No Comments

Leave a Comment