Tag Archives : everyday life

Sopravvivere al cambio dellarmadio

Sopravvivere al cambio dell’armadio


Ma c’è davvero un modo di sopravvivere al cambio dell’armadio? Come affrontate questo dramma? Sono giorni che ho a che fare con una neverending pletora di magliette, maglioni, gonne, gonnelline, giacchette e com’è possibile che io abbia davvero acquistato tutta questa mole di vestiario senza MAI BUTTARE NULLA? La cosa più sconcertante è che sono stata in grado di portare con…

Read More »
Desperate housewife ovvero la mia inettitudine casalinga

Desperate housewife ovvero la mia inettitudine casalinga


La maternità ha decretato in me un accrescimento esponenziale del senso di responsabilità. Sono diventata un bravo soldatino appresso alle esigenze dell’Idolo che sottopongo a una routine incessante di coccole, ruttini, momenti esperenziali, vocalizzazioni, massaggi, cibo e nanne lamentandomi davvero pochissimo. Quindi sì le mie brave minchiate le faccio anch’io (tipo infilargli tutine palesemente strette da cui poi dovrei estrarlo…

Read More »
Il giorno della mia laurea

Il giorno della mia laurea


Da quando esiste Facebook Memories la mia vita è cambiata. Spesse volte la mattina presto, quando finalmente riesco a ritagliarmi dieci minuti per la colazione, finisce che faccio quella cosa triste di dare uno sguardo a tutti i social ed ecco che faccialibro mi ripropone la sua galleria di ricordi passati,  tipo la volta che mi è esplosa una latta di…

Read More »
Le irrazionali abitudini metropolitane: la cuffia in piscina

Le irrazionali abitudini metropolitane: la cuffia in piscina


Avrete notato anche voi che nelle ultime due settimane il tasso di umidità si è alzato del 90% regalandoci splendide giornate di afa gelatinosa e appiccicaticcia, alternate a violenti temporali tropicali. Metteteci poi che dentro lo stomaco ho un bimbo-tacchino a trentotto gradi centigradi e cercate di capire quanto caldo possa sentire; se fuori ci sono ventotto gradi e voi ne percepite trentadue,…

Read More »
Torino, le mie case, la mia casa.

Torino, le mie case, la mia casa.


Ci ho messo tanto a pensare a Torino come “casa mia”. Ci sono voluti sei anni, quattro case e due lavori per convincermi che forse stavo iniziando ad abituarmici, che forse stava iniziando a piacermi e che lentamente la mia diffidenza da pianura vercellese stava lasciando spazio a una certa gioiosa torinesità. Quando mi sono trasferita tutto era nuovo e…

Read More »